CANTIERE DELLE DIFFERENZE

Descrizione immagine

Laboratorio permanente di ricerca e sperimentazione teatrale sui valori e sulle forme della diversità nelle arti, nella filosofia, nelle scienze e nel sociale. Rivolto a immigrati, giovani attori, persone in difficoltà fisica o con disturbi del comportamento, operatori socio sanitari, adolescenti con problematiche scolastiche, studenti universitari, cittadine e cittadini interessati ad ascoltare ed esprimere le proprie alterità

 

 

 

promosso da ANIMALI CELESTI/teatro d'arte civile e AEDO

coordinamento istituzionale del COMUNE DI VIAREGGIO

con la partecipazione dei Comuni dell'ALTA VALLE DEL SERCHIO, CAPANNORI, PISA e con la collaborazione di ASL NORDOVEST TOSCANA, MATANDALA, COOPERATIVA SOCIALE ODISSEA, ARCI VERSILIA, L'UOVO DI COLOMBO

direzione artistica di Alessandro Garzella e Satyamo Hernandez

Il CANTIERE è un presidio culturale che promuove in Toscana attività teatrali, artistiche e culturali riferite a situazioni di marginalità e disagio sociale. In questa prospettiva il progetto vuole valorizzare l'espressione delle identità e l'inclusione di persone e gruppi che manifestano specifici bisogni, con particolare riferimento alle culture extra comunitarie, ai disturbi mentali, alle disabilità fisiche, agli adolescenti e agli anziani in difficoltà. Il CANTIERE opera per consolidare in Toscana un polo internazionale di produzione e ricerca sul teatro sociale d'arte, da realizzare nell'ambito del sistema regionale del teatro, qualificando la specificità di funzioni svolte dai promotori in relazione agli obiettivi di coesione sociale. In questa prospettiva il CANTIERE individua nel COMUNE DI VIAREGGIO il capofila istituzionale di coordinamento progettuale per il triennio 2016/2018. Obiettivo principale del CANTIERE è identificare un marchio di qualità promuovendo, nel sistema regionale toscano dello spettacolo, azioni istituzionali in grado di valorizzare  le eccellenze artistiche e di coordinare le specificità toscane che si riconoscono in un progetto in rete basato sulla sperimentazione del teatro e delle arti in contesti di marginalità e disagio. Il progetto prevede: a) apertura della CASA DELLE ARTI E DELLE BIODIVERSITA', sede laboratoriale e performativa di una comunità supportata da artisti, educatori, mediatori culturali che si rivolgono a cittadini, studenti, immigrati, utenti psichiatrici e persone svantaggiate o marginalizzate che manifestano interessi e attitudini all'espressione artistica delle diversità; b) la comunità si avvarrà di qualificate competenze socio-sanitarie e/o scientifiche (sociologiche, antropologiche, biologiche, psicologiche, tecnici della riabilitazione ecc.) interessate a monitorare le valenze innovative e gli esiti dell'esperienza; c) condivisione del progetto con scuole e associazioni del territorio attraverso laboratori aperti, performance, incontri e giornate di studio; d) il CANTIERE promuoverà le attività realizzate nella Casa delle Arti e delle Biodiversità attraverso la programmazione regionale, nazionale e internazionale delle opere prodotte, la partecipazioni a convegni e la diffusione delle sperimentazioni performative e degli studi; e) la direzione artistica del CANTIERE favorirà la formazione di una rete di associazioni e gruppi, già esistenti sul territorio, che condividono una visione artistica di interazione sociale e convivenza civile basata sul riconoscimento delle differenze quale segno di identità e ricchezza culturale; f) nel corso del triennio, in relazione ad altre realtà internazionali affini, si opererà nella prospettiva di assegnare alla CASA DELLLE ARTI E DELLE BIODIVERSITA' anche la funzione sperimentale di spazio residenziale artisticamente assistito che promuove progetti stanziali innovativi ospitando nella struttura, per periodi brevi o medi, piccoli gruppi di persone interessate a sperimentare metodiche ed apparecchiature non convenzionali negli ambiti del disagio psico sociale.

 

Dalla sua costituzione ad oggi il CANTIERE ha prodotto le performance "BIODIVERSI", "FESTA DEGLI EROI" e "COCCI DI BABELE" realizzando, a giugno 2017 in collaborazione con diversi organismi, il meeting ARTE SCIENZA NATURA