L'OMBRA DI ORFEO

Descrizione immagine

L'OMBRA DI ORFEO

profezie apparizioni sciagure inseguimenti e incanti - giostra di sei teatrini simultanei ripetuti in loop con prologo e commiato

azione scenica itinerante realizzata in collaborazione con BAMBINI E CAVALLI, RIDDADARTE, GEOMETRIA DELLE NUVOLE, AIUAINOSS, AICS PISA, ASLNORDOVEST TOSCANA, CLUB SCHERMA ARTISTICA DI CIOLO

scritto e diretto da ALESSANDRO GARZELLAcon Giulia Benetti, Diletta Landi, Chiara Pistia, Anna Teotti, Alessandro Garzella e Ginevra, Stefania e Tommaso Biancalana, Federico Baraldi, Elena Benevento, Francesco Caniglia, Chiara Cimino, Chiara Cusino, Simona Gabrielli, Vincenzo Parente, Giulia Poli, Astore Ricoveri, Mattia Toni e con la partecipazione di Aurora, Debora, Eugenia, Ivano, Marco, Michele, Monica, Nello, Peter collaborazione organizzativa di Maria Bacci Pasello, Andrea Banti, Stefania Disperati, Silvia Frassi, Cesare Galli, Elisa Garzella, Alessia Napoli, Martina Orlandi, Gianluca Orlandini, Ottavia Pessina, Alberto Vannacci; luci di Giovanni Berti

ciascuno ha un'ombra… amata… odiata… derisa… cercata… persa…

 

Orfeo farfugliava da solo… quasi ogni notte… smanacciando verso gli spettri in cielo… chissà quale preghiera borbottava alle stelle … a volte si sentiva un canto… indefinibile… stridulo e melodioso nello stesso tempo… spesso lo vedevano saltellare di gioia o rotolarsi sull'erba della sera… sempre parlando con l'inesistente… ormai tutti accettavano quel suo strano confabulare con le ombre… a volte lo incitavano… rischiando di essere travolti da quel suo modo impetuoso d'acciuffare l'invisibilità del nulla …o accarezzare per ore e ore l'assillante presenza di quelle sue visioni … i benpensanti ridacchiavano tra loro… spettegolando sugli dei e sul destino di quel pazzo… poi una notte successe che Orfeo si mise a gridare così forte che nessuno riuscì a sopportare quello strazio… "ridammela" gridava "ridammela"… urlò disperatamente per tre giorni e per tre notti e poi morì… forse ucciso dalle furie della gente… o di crepacuore… però solo per una notte fu silenzio… il giorno dopo… al tramonto… l'assenza torno ad essere presente …stridula e melodiosa …e qualcuno disse d'aver visto ...trai bagliori delle lucciole ...un bambino e una bambina sbaciucchiarsi sul prato ...e poi cantare